Integratori alimentari: una moda o una reale esigenza?

Al giorno d’oggi è sempre più di moda, oltre ad essere un esigenza visto la qualità del cibo degli ultimi anni, unire all’alimentazione degli integratori alimentari.

Fino a non molto tempo fa erano esclusivamente gli sportivi a farne uso, oggi è sempre più facile vedere nei supermercati reparti dedicati all’integrazione alimentare ed ecco che anche nel carrello della casalinga si vede spuntare un multivitaminico o un Omega3.

Ma cosa sono gli integratori alimentari? Come si classificano e quali sono quelli più usati?

Gli integratori alimentari sono prodotti che favoriscono l’assunzione di alcuni principi nutritivi non presenti o scarsamente presenti negli alimenti che consumiamo giornalmente non hanno proprietà curative ma, come dice proprio il loro nome, integrano completando una dieta presumibilmente già sana.

In commercio esistono diversi tipi di integratori e si distinguono in integratori vitaminici, integratori proteici ed integratori di minerali.

Il nostro fisico non produce vitamine ma sintetizza quelle che noi gli forniamo attraverso l’alimentazione, a causa della vita frenetica e della qualità scarsa del cibo degli ultimi anni spesso non riusciamo a dare al nostro fisico la giusta razione giornaliera (RDA) di queste vitamine, basti pensare che quello che dava 30 anni fa una mela oggi lo otterremmo mangiandone 5, ecco che ci vengono in aiuto degli integratori vitaminici.

Come le vitamine anche le proteine vanno fornite dall’esterno, esse rappresentano la maggiore componente strutturale di tutti i tessuti del corpo e sono necessarie per la loro crescita e ricostruzione.
Assumere integratori proteici dà la possibilità di avere a disposizione le proteine senza l’aggiunta di grassi e carboidrati e quindi più calorie e questo lo sanno bene gli sportivi che grazie all’assunzione di questi integratori riescono ad ottenere migliori prestazioni.
I minerali sono componenti inorganici indispensabili per l’organismo perché aiutano a mantenere la fisiologia cellulare.

Avere la giusta dose di minerali nell’organismo vuol dire favorire le reazioni biochimiche, mantenere il giusto equilibrio idro-salino, regolare la pressione sanguigna, avere un buon trasporto di ossigeno nel sangue e regolare il sistema nervoso infatti è noto che una carenza di magnesio può dare problemi del ritmo del sonno con tutte le conseguenze del caso mentre una scarsa quantità di potassio può addirittura provocare confusione mentale ed irritabilità.
Ecco perché è importante oltre ad una corretta alimentazione integrare anche i minerali che spesso risultano scarsi o insufficienti.